ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI

(art.65, Legge 448/1998 e s.m.i.)

L'assegno per il nucleo familiare è un contributo concesso dai Comuni ed erogato dall'INPS, a favore dei nuclei familiari con almeno tre figli minorenni, il cui valore ISEE non superi determinati parametri.

Requisiti:

Per ottenere l’assegno per il nucleo familiare con almeno tre figli minori è necessario:

- essere residenti nel Comune di Radda in Chianti;

- avere almeno tre figli conviventi di età inferiore ai 18 anni; per figli si intendono quelli naturali, adottivi o in affido preadottivo;

- essere in possesso dell’attestazione ISEE del nucleo familiare con valore dell’indicazione della situazione economica equivalente pari o inferiore al limite stabilito annualmente dall’INPS.

- avere la cittadinanza italiana o di un Paese dell’Unione Europea, ovvero avere la cittadinanza di un Paese Terzo e trovarsi in una delle seguenti condizioni individuate con Delibera della Giunta n.137 del 15/11/2019:

. cittadino rifugiato politico, i suoi familiari e superstiti;

. cittadino apolide, i suoi familiari e superstiti;

. cittadino titolare della protezione sussidiaria;

. cittadino che abbia soggiornato legalmente in almeno due stati membri, i suoi familiari e superstiti;

. cittadino familiare di cittadini italiani, dell'Unione Europea o di cittadini soggiornanti di lungo periodo non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;

. cittadino titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

. cittadino / lavoratore del Marocco, Tunisia, Algeria e Turchia e i suoi familiari;

. cittadino titolare del permesso unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro e i suoi familiari, ad eccezione delle categorie espressamente escluse dal D.Lgs. 40/2014;

La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesto l'assegno, accompagnata dall'attestazione ISEE del nucleo familiare in corso di validità.

I requisiti devono essere posseduti dal richiedente al momento della presentazione della domanda; i soggetti che presentano la domanda nel mese di gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesto l'assegno, devono fare riferimento ai requisiti posseduti alla data del 31 dicembre immediatamente precedente. 

Modalità di erogazione:

L’assegno decorre dal 1° gennaio dell’anno in cui si verificano le condizioni prescritte, salvo che il requisito rappresentato dalla presenza di almeno tre figli minori si sia verificato successivamente; in quest’ultimo caso decorre dal primo giorno del mese in cui il requisito è stato soddisfatto.

L’assegno è corrisposto per tredici mensilità e viene erogato direttamente dall’INPS al richiedente in due rate semestrali posticipate, dopo l’esito positivo delle eventuali verifiche. L'importo dell'assegno è annualmente rivalutato sulla base delle variazioni dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

Al momento della domanda è necessario indicare un codice IBAN che può essere riferito a un conto corrente bancario, postale, a una carta o a un libretto, di cui il richiedente sia  intestatario o co-intestatario.

Il diritto all’assegno cessa dal 1° di gennaio dell’anno in cui viene a mancare il requisito economico e dal primo giorno del mese successivo a quello in cui viene a mancare il requisito della composizione del nucleo.

Dove rivolgersi:

Servizio Affari Generali – Ufficio Servizi Demografici (piano terra) in orario di apertura al pubblico

Per maggiori informazioni, è opportuno consultare il sito INPS – “Assegno per il nucleo familiare dei Comuni”

 
Focus: 
Focus