CITTA' DEL VINO

Come ogni anno l'Associazione Città del Vino chiede aiuto alla fantasia degli eno-appassionati per  trovare l'immagine che la rappresenterà per l'anno successivo. Sono chiamati a raccolta i grafici, gli artisti e in generale tutti coloro che vogliano mettersi alla prova partecipando al "Concorso per il Manifesto 2013".                                                        

Fino al 31 ottobre infatti il Concorso resterà aperto, alla caccia dell’immagine che accompagnerà i territori a più alta vocazione vitivinicola d’Italia per un intero anno di eventi, iniziative, progetti ed incontri ufficiali, traducendo in modo originale e colorato lo spirito che anima le quasi 600 tra piccole e grandi Città del Vino che dal nord al sud dello stivale racchiudono i terroir dove nascono i grandi vini italiani.

“Come da tradizione, le Città del Vino coinvolgono gli amanti dei grandi vini in prima persona - sottolinea il presidente Giampaolo Pioli - affidando alla loro fantasia l’immagine-simbolo che le rappresenterà per tutto il 2013, nel rispetto dello spirito partecipativo e del contributo che tutti possono dare per diffondere la cultura del vino italiano”.

Partecipare è molto semplice: i bozzetti possono essere realizzati con qualunque tecnica, forma e colori. Possono essere ideati singolarmente o in gruppo e l’opera migliore rappresenterà per un intero anno l’immagine delle Città del Vino, dal manifesto a tutto il merchandising ufficiale. I bozzetti pervenuti saranno sottoposti in primis al giudizio di un panel di esperti (composto da grafici esperti nella comunicazione del vino, artisti, architetti e comunicatori) che selezioneranno i migliori 5 bozzetti. In ultima istanza sarà il Consiglio Nazionale dell'Associazione a valutare e decretare il vincitore. L’autore riceverà un premio di 2.500 euro e un weekend da trascorrere in un agriturismo di una prestigiosa area vitivinicola italiana. Ma non solo, perché, accanto agli eno-appassionati, grafici o designer, è previsto un premio speciale dedicato ai più piccoli delle scuole di primo e secondo grado: un buono del valore di 1.000 euro per l’acquisto di materiale didattico.

 

Autore originale dell'articolo: Stefania Pianigiani
Data evento: 
Mar, 18/09/2012 (Tutto il giorno) - Sab, 27/10/2012 (Tutto il giorno)
Focus: 
0