Contributi ad integrazione canoni di locazione

COS'È

L'art.11 della Legge 9 dicembre 1998, n.431 e s.m.i. ha istituito il Fondo Nazionale, da ripartire tra le Regioni, finalizzato all'erogazione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari di immobili, di proprietà sia pubblica che privata.

La Regione Toscana, con deliberazione della Giunta Regionale, indica i criteri di ripartizione tra i Comuni del territorio delle risorse assegnate dallo Stato e stabilisce le modalità operative, le procedure e i termini per il trasferimento delle risorse ai Comuni. I contributi vengono erogati direttamente dai Comuni a favore dei cittadini che, in possesso dei requisiti previsti, presentano domanda secondo le modalità indicate dal Bando pubblicato annualmente.

 

COME

Nel periodo di pubblicazione del Bando i soggetti in possesso dei requisiti soggettivi e oggettivi stabiliti dalla normativa regionale e da deliberazione della Giunta Comunale,  possono presentare domanda utilizzando i moduli appositamente predisposti dal Comune e disponibili presso l'Ufficio Servizi Demografici e su questo sito istituzionale, entro il termine stabilito dal Bando.

Alle domande, debitamente sottoscritte e corredate da copia fotostatica di un documento d'identità in corso di validità, deve essere allegata tutta la necessaria documentazione prevista dal Bando (copia del contratto d'affitto registrato, attestazione ISEE in corso di validità, etc....)

Successivamente alla scadenza fissata dal Bando per la presentazione delle domande, il Comune procede mediante la Commissione alla verifica delle domande presentate e alla formazione della graduatoria provvisoria, ordinata in base ai punteggi di priorità e alla percentuale di incidenza canone/valore ISE. La graduatoria provvisoria è pubblicata all'Albo Pretorio del Comune , con l'indicazione dei modi e dei tempi per l'opposizione. Successivamente la Commissione dispone l'approvazione della graduatoria definitiva, con pubblicazione della stessa all'Albo Pretorio.

 

DOVE RIVOLGERSI

Servizio Affari Generali - Ufficio Servizi Demografici - piano terra

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Dott.ssa Lorenza Faleri - Settore Affari Generali 

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Legge 09/12/1998, n.431 e s.m.i.

Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 7 giugno 1999

Deliberazione della Giunta Regionale Toscana n.414 del 10/5/2016 e successive modifiche e integrazioni

Deliberazione della Giunta Comunale

 

 

 

 

 



 

Focus: 
0