Diritto allo studio - "PACCHETTO SCUOLA"

INCENTIVO ECONOMICO "PACCHETTO SCUOLA"

COS'È

La Regione Toscana finanzia annualmente l'incentivo economico individuale denominato "PACCHETTO SCUOLA" per il sostegno alla frequenza degli studenti delle SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO  e di SECONDO GRADO. 

Il contributo è finalizzato a sostenere le spese necessarie per la frequenza scolastica (libri scolastici, altro materiale didattico e servizi scolastici) di studenti appartenenti a nuclei familiari in condizioni socio economiche più difficili (Indicatore della Situazione Economica Equivalente ISEE non superiore ai limiti stabiliti dal bando) al fine di promuovere l'accesso ed il completamento degli studi sino al termine delle scuole secondarie di secondo grado.

Il "pacchetto scuola" viene corrisposto ai beneficiari tramite il Comune di residenza.  I fondi disponibili per gli incentivi economici sono ripartiti dalla Regione Toscana fra le Province e, da queste, fra i Comuni del proprio territorio sulla base di specifici indicatori e criteri di riparto.

L'importo del "pacchetto scuola" è diversificato sulla base dell'ordine e grado della scuola (secondaria di primo grado o secondaria di secondo grado) e dell'anno del corso, come specificato dal bando pubblicato annualmente.

DOVE RIVOLGERSI

Ufficio Servizi Demografici - piano terra

COME

Nel periodo di pubblicazione del Bando i soggetti in possesso dei requisiti richiesti (residenza nel Comune; iscrizione alle scuole secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie, private e degli enti locali; indicatore ISEE del nucleo familiare non superiore ai limiti stabiliti) potranno presentare domanda su apposita modulistica pubblicata su questo sito unitamente al bando e distribuita dall'Ufficio Servizi Demografici in orario di apertura al pubblico.

Il Comune, successivamente alla scadenza fissata dal bando per la presentazione delle domande, procederà alla valutazione delle richieste pervenute e alla formazione della graduatoria provvisoria degli ammessi.  La liquidazione del contributo ai beneficiari avverrà a seguito dell'effettiva erogazione delle risorse destinate al Comune da parte della Provincia e dell'approvazione della graduatoria definitiva al termine del completamento dei controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese, nonché della valutazione di eventuali ricorsi.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Letizia Tassini - Servizio Affari Generali

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Legge Regionale 32/2002 in matria di diritto allo studio.

Atto della Giunta Regionale che detemina annualmente i criteri per l'assegnazione delle risorse, consultabile sul sito  http://www.regione.toscana.it/regione/leggi-atti-e-normative/atti-regionali

 

Focus: 
0