EMERGENZA NEVE

 A SEGUITO DELLE AVVERSE CONDIZIONI METEO DI QUESTI GIORNI QUESTA AMMINISTRAZIONE E TUTTI I DIPENDI DEL COMUNE DI RADDA IN CHIANTI HANNO CERCATO DI GESTIRE AL MEGLIO LA CRISI GENERALE E CERCARE DI CREARE MENO DISAGI POSSIBILI AI CITTADINI.

QUESTO NON E' STATO FACILE, SOPRATUTTO DOVENDO LOTTARE CON GRANDI ISTITUZIONI QUALI ENEL O AQUEDOTTO DEL FIORA, DOVE LA COMUNICAZIONE è DIFFICILE, SE NON IN ALCUNI CASI IMPOSSIBILE.

INOLTRIAMO QUI SOTTO LA MAIL SPEDITA DAL SINDACO ALESSANDRO ATERINI ALLE MASSIME AUTORITA', PREFETTRA, PROVINCIA, CONSIGLIO DEI MINSITRI .. PER PORTARLI A CONOSCENZA DEL PROBLEMA

 

Gent.mi
 
in questo momento mi trovo in una situazione di grande disagio, non per le difficoltà da affrontare, ma in relazione alla mancanza di efficienza e di organizzazione  causata dalla recente nevicata. Spiegare ai cittadine che nel 2012, in questo paese che ha l'ambizione di misurarsi con i paesi avanzati, le Istituzioni preposte non sono in grado di fornire informazioni minime per poter rispondere a semplici domande come; tipo di guasto, durata dell'interruzione e consentire a noi "piccoli e umili Sindaci" di attivare quel minimo di supporto logistico utile.
Che fine ha fatto la tanto declamata, Responsabilità Istituzionale, Etica del Ruolo, Sensibilità, per non parlare della capacità gestionale. Le parole non servono, contano i fatti e questi si misurano con i risultati non con le chiacchere di cui ci siamo veramente stufati.
Non parliamo dell'ENEL, con cui non riusciamo neanche a comunicare, sia telefonicamente che per e  e-mail perchè nel loro sito non vi sono indirizzi, impedendoci così di far conoscere loro il disagio a cui sono sottoposti interi borghi e case sparse. Nel nostro comune di Radda in Chianti, sono circa 72 ore che  Volpaia, Badia Montemuro e altri zone limitrofe non hanno energia elettrica e come conseguenza la mancanza di acqua a causa delle pompe che non sono alimentate.
Voglio sperare in un esame di coscienza, se ancora questa è parte di voi, oltre che finalmente qualcuno possa prendere provvedimenti drastici nei confronti di chi continua a vivere alle spalle dei cittadini.
Tutto questo è frutto di incompetenza e di irresponsabilità?
 
Amareggiato per ciò che succede continuerò a fare il massimo per i miei cittadini, nel rispetto dell'Istuzione che rappresento, pur nelle difficoltà di cui sopra, sperando che finalmente qualcosa di positivo questa situazione possa generare e dare nuova fiducia a chi ancora ha voglia e crede nelle Istituzioni. Penso che i cittadini si meritano molto di più rispetto a quello che gli stiamo dando.
 
 
  Il SINDACO
 Alessandro Aterini

Data evento: 
Ven, 03/02/2012 (Tutto il giorno) - Dom, 05/02/2012 (Tutto il giorno)
Focus: 
0