Informazioni ambientali

ARPA è l'acronimo di Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente. Queste agenzie sono state istituite a seguito del referendum del 18 aprile 1993 che abrogò alcune parti di articoli della legge 23 dicembre 1978, n. 833 di istituzione del SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE (SSN). Pertanto, furono eliminate le competenze ambientali della vigilanza e controllo locali del SSN esercitate tramite i Presidi multizonali di prevenzione (PMP) delle Unità Sanitarie Locali. Che, a loro volta, le ereditarono dai Laboratori provinciali di igiene e profilassi, sorti nel 1934 con il Regio decreto del 27 luglio, n. 1265: "Testo unico delle leggi sanitarie".

La nuova concezione della materia ambientale, introdotta dalla legge 21 gennaio 1994, n. 61, è volta alla migliore armonizzazione fra le istituzioni statali e quelle territoriali, rinnovando gli ambiti di competenza. La legge 61/1994, quindi, modificò le competenze ambientali amministrative che erano già delle Province/Regioni e definì una nuova demarcazione tra le materie "ambientali" rispetto a quelle propriamente "sanitarie", realizzando la volontà popolare ed in controtendenza rispetto alla legge 833/1978 che accentrava nel SSN tutte le competenze che riguardavanno la salute dell'uomo.

Le principali funzioni attribuite alle ARPA possono essere così descritte:

  • controllo di fonti e di fattori di inquinamento dell'aria, dell'acqua, del suolo, acustico ed elettromagnetico;
  • monitoraggio delle diverse componenti ambientali: clima, qualità dell'aria, delle acque, caratterizzazione del suolo, livello sonoro dell'ambiente;
  • controllo e vigilanza del rispetto della normativa vigente e delle prescrizioni contenute nei provvedimenti emanati dalle Autorità competenti in materie ambientali;
  • supporto tecnico-scientifico, strumentale ed analitico agli Enti titolari con funzioni di programmazione e amministrazione attiva in campo ambientale (Regioni, Provincie e Comuni);
  • sviluppo di un sistema informativo ambientale che sia di supporto agli Enti istituzionali e a disposizione delle organizzazioni sociali interessate.

Accanto alle funzioni tradizionali di "controllo e vigilanza", la legge 61/1994 affida al "sistema delle agenzie ambientali" nuovi compiti di monitoraggio, elaborazione e diffusione dei dati ambientali nonché l'elaborazione di proposte tecniche: limiti di accettabilità, standards, tecnologie ecologicamente compatibili, verifica dell'efficacia "tecnica" delle normative ambientali, ecc. Le ARPA e i Dipartimenti di Prevenzione delle ASL esercitano in maniera coordinata ed integrata le funzioni di controllo ambientale e di prevenzione collettiva che rivestono valenza ambientale e sanitaria. In materia di inquinamento esterno e degli ambienti di vita la competenza è assegnata alle ARPA che si avvalgono dei pareri igienico-sanitari, previsti dalla normativa vigente, espressi dai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Locali. Le ARPA garantiscono, in base a particolari convenzioni ed accordi di programma, supporto tecnico-scientifico e supporto strumentale e analitico-laboratoristico agli Enti che svolgono le funzioni di controllo ambientale.

 

Tutte le notizie riguardanti il territorio della Provincia di Siena sono consultabili nel sito www.arpat.toscana.it

Notizie Siena

Documentazione Siena

Dati e mappe Siena

Focus: 
0